sabato 17 dicembre 2011

TRADIZIONI NATALIZIE


FERIOLO E LE SUE TRADIZIONI
Anche Feriolo, come tutti gli altri paesi, ha delle tradizioni che sono tramandate da una generazione all’altra.
Abbiamo intervistato alcuni adulti (genitori, nonni, vicini) chiedendo informazioni sulle tradizioni natalizie della nostra zona.
Dalle interviste che abbiamo effettuato  abbiamo raccolto interessanti curiosità e risulta che sempre, anche quando erano molto poveri, festeggiavano il pranzo di Natale con tutta la famiglia riunita e con buoni cibi.

COSA SI MANGIAVA?
Dai racconti risulta che i cibi  preparati potevano essere:
antipasto con salame nostrano e insalata russa,
pane fatto in casa
ravioli fatti in casa con carne (agnolotti)
pollo + patate /arrosto / bollito/anatra ripiena
castagne + latte
panettone (farcito)
torta di pane al latte.

Anche noi abbiamo provato a cucinare uno di questi piatti (scegliendo naturalmente il più semplice e fattibile a scuola).
Con l’aiuto della signora Giuliana, la tata di Mattia,  abbiamo preparato un dolce, semplice ma buono, che i feriolesi cucinavano per Natale, per Pasqua e per San Carlo: la torta di pane.
E’ un dolce economico  perché  venivano utilizzati pane raffermo, uova del proprio pollaio e latte delle mucche, che tutti avevano  perché  quasi ogni famiglia  possedeva  una stalla con una o più mucche.

 Ingredienti per la TORTA DI PANE
-3hg di pane raffermo (5-6 rosette)
-1 l  di latte
-1 cucchiaio e mezzo di cacao 
-150 g (1hg e mezzo) di zucchero
-1 scatola di amaretti
-2 uova (albume+tuorlo)
-gherigli di noce           
-pinoli                          a piacere
-uvetta
-1bustina di lievito
-pane grattugiato
-burro

Preparazione
Il giorno precedente  occorre spezzettare il pane raffermo, metterlo in un contenitore e versare tutto il latte, aggiungere lo zucchero e il cacao, le noci, i pinoli e l’uvetta.
Coprire e mettere in frigorifero  a riposare.

Il giorno successivo, togliere dal frigorifero, aggiungere le uova e gli amaretti sbriciolati, mettere il lievito e impastare il tutto con cura.
Dopo aver imburrato la teglia e passato un po’ di pane grattugiato  per non far attaccare la torta al fondo, versare  l’impasto.
Mettere in forno per un’ora a 180°. Prima di toglierla dal forno, controllare con uno stuzzicadenti che la torta sia ben asciutta.
                                        E ora … BUON APPETITO!!

video
BREAD CAKE

Mrs Giuliana, babysitter of Mattia, helped us to prepare a dessert that inhabitants of Feriolo used to cook for Christmas, Easter and S. Carlo’s day.
The ingredients to prepare this poor cake were: dry bread, eggs of one’s own poultry pen and cow’s milk because almost everyone used to have it.

PREPARATION

The previous day crumble the dry bread, pud it into a bowl, pour all the milk, add sugar, cocoa, nuts, pine nuts and raisins.
Cover and keep it in the fridge.
The day after add the eggs and the crumbled macaroons, put the yeast and knead the mixture carefully.
Grease with butter the baking tray, put over some breadcrumbs in order not to make it stick and
Pour the mixture.
Bake it for one hour at 180°C.
ENJOY  IT !

Nessun commento:

Posta un commento